“L’IT Infrastructure Library (ITIL) è un insieme di template e best practices indirizzate a migliorare ed a rendere più efficace ed efficiente la gestione dei servizi erogati dalle organizzazioni IT. Nasce da un’esigenza del governo UK di creare uno standard per l’implementazione, gestione e controllo dei processi IT da implementare all’interno del suo stesso dipartimento e che potesse diventare ed essere riconosciuto come un vero e proprio standard “de facto” anche in tutti i settori di mercato.
L’ITIL ad oggi è utilizzato, per la gestione dell’erogazione di servizi IT rivolti a Clienti finali o a Utenti interni, sia da uffici governativi sia da uffici di diversi settori industriali. Diffuso inizialmente solo in UK e nord Europa, ora si sta espandendo in molti Paesi del Mondo. ITIL è gestito e mantenuto in UK dall’Office for Government Commerce (OGC) e viene sponsorizzato dall’IT Service Management Forum (itSMF).

itSMF è un’organizzazione composta attualmente da 53 organizzazioni nazionali – tra cui una in Italia – che è in fase di continua espansione e ha fra gli obiettivi quello di sponsorizzare ed implementare ITIL a livello internazionale facendolo diventare un autentico standard IT “de facto”.

Fonte: (The IT Infrastructure Library’s Attempt at Being a Standard, 10 June 2002, Gartner Group)

ITIL consiste in una serie di libri che descrivono delle chiare linee guida su come fornire, gestire e controllare la qualità dei servizi IT, e su come adattare ed integrare le necessarie ed adeguate risorse sia umane che strutturali per supportare l’IT.
“ITIL è ad oggi l’unico insieme di best practices consistente e di facile comprensione per la gestione dei servizi IT. Utilizzato da molte centinaia di organizzazioni nel mondo, la filosofia ITIL è cresciuta anche grazie alle linee guida contenute e descritte nei libri ITIL.

Fonte: (U.K. Office of Government Commerce, http://www.ogc.gov.uk)